Difficoltà:



Regione e provincia: Emilia-Romagna (FC)
Lunghezza: 4.5 km
Dislivello: 354 m
Pendenza media: 7.9%
Pendenza massima: 18%
Traffico: scarso
Vai alla Mappa della salita

Barbotto da Mercato Saraceno

Il Barbotto da Mercato Saraceno

La salita

Il Barbotto è la salita simbolo di una delle più importanti, se non la più importante, granfondo italiana: la Nove Colli. È abbastanza breve, ma può risultare dura per le pendenze massime, per il caldo, e perché, nel percorso della Nove Colli, arriva dopo quasi 100 chilometri.

La salita parte alla fine del ponticello sul fiume Savio, giusto all’uscita da Mercato Saraceno, dove comincia il tratto cronometrato della Nove Colli. L’asfalto non è esattamente liscio come un biliardo, ma nemmeno così rovinato da disturbare, almeno in salita. Piuttosto, il problema può essere il caldo nel periodo estivo, perché il percorso è al sole e l’altitudine, molto relativa, non è sufficiente ad abbassare la temperatura. La salita termina dove è posto il GPM della Nove Colli, in corrispondenza di un bivio con bar. In realtà, l’ascesa continua ancora fino in località Barbotto, ma il percorso della Nove Colli svolta invece a sinistra verso Sogliano al Rubicone.

Non siamo su strade di grande comunicazione e quindi il traffico è abbastanza scarso. Il panorama è quello dei rilievi appenninici, colline dolci e, almeno in primavera ed estate, verdi. Niente di speciale, comunque. Il Barbotto è famoso soprattutto per il suo ultimo chilometro, che inizia in corrispondenza di un famoso cartello: “Barbotto ultimo Km. 18%“. 18% è la punta massima, in effetti, la pendenza media, invece, è intorno al 14%. Il resto della salita è abbordabile, con pendenze intorno al 7%.

Il fascino del Barbotto sta tutto nella sua inclusione nel percorso della Nove Colli e nello slogan “Il mito crudele del ciclista, la sfida più affascinante della Romagna”. Diversamente, sarebbe davvero una salita come tante altre. Per chi volesse affrontarlo senza essere uno scalatore, il consiglio è di montare rapporti adeguati a quell’ultimo chilometro, sicuramente una compact con il 30 dietro è una buona soluzione. E occhio al caldo.

Se anche tu hai fatto questa salita, scrivi nei commenti il tuo racconto. Scrivi quando l’hai fatta, quanto hai impiegato, quanto traffico hai trovato, com’era il tempo e racconta le tue impressioni.

Torna all'elenco delle salite