Cascata verso il Monte Avaro
Dura

Monte Avaro

Monte Avaro da Olmo al Brembo

Monte Avaro da Olmo al Brembo

La salita

Arrivare a Olmo al Brembo è comodo per chi percorre la Val Brembana, perché una ciclabile nuova e in buonissime condizioni permette di evitare il traffico e soprattutto diverse gallerie. Suggerisco comunque di portarsi una luce anteriore perché le gallerie della ciclabile vengono illuminate dal passaggio delle bici e non sempre i sensori sono “reattivi”, con il rischio di rimanere totalmente al buio.  Per chi proviene da San Pellegrino Terme, la salita comincia svoltando a sinistra, esattamente al bivio dove si lascia la SP1 e si imbocca la SP8, bivio ben segnalato dai cartelli che indicano Cusio ma anche lo stesso Monte Avaro. È curioso notare che procedendo dritti, invece, si arriva al ben più noto Passo San Marco.

La strada è bene asfaltata nella prima parte, mentre le condizioni peggiorano in maniera piuttosto evidente avvicinandosi alla cima. In più, non bastasse la durezza, i primi chilometri sono tutti al sole, che in estate “picchia” parecchio a queste altitudini. Di buono, invece, c’è il traffico, che è scarso, almeno durante la settimana. Immagino che nei weekend estivi aumenti, ma, superato Cusio, le auto private devono pagare un pedaggio, e questo dovrebbe ridurne un po’ il numero. Nell’attraversamento dei vari paesini si possono riempire le borracce nei bar mentre in cima c’è la scelta fra bar e ristorante.

Per arrivare in cima, però, bisogna fare fatica. Mentre il primo tratto è abbastanza agevole, in località Santa Brigida le pendenze aumentano e restano notevoli, pur senza punte terribili, fino in cima. A proposito di cima, è un peccato chele scarpette da bici non siano adatte a camminare, perché in poche centinaia di metri si raggiungono punti davvero panoramici.

Questa è sicuramente una salita vera, sia per la lunghezza che per le pendenze, almeno nella seconda parte. Non va affrontata a cuor leggero o a inizio preparazione, ma con un po’ di chilometri e dislivello nelle gambe.

Se anche tu hai fatto questa salita, scrivi nei commenti il tuo racconto. Scrivi quando l’hai fatta, quanto hai impiegato, quanto traffico hai trovato, com’era il tempo e racconta le tue impressioni.

Mi chiamo Alessandro, sono nato nel '64 e vivo a Milano. Amo il ciclismo da sempre e da un po' di anni ho ricominciato ad andare in bici con regolarità. Da 3 anni faccio parte dei Lenti e Contenti, una squadra la cui filosofia è tutta nel nome. Vi racconto le mie uscite in bici, le mie granfondo e cerco di darvi consigli utili, basandomi sulla mia esperienza più che sulla teoria.

2 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *